Critiche

 

R.Civello

…”operando a Bergamo, ha colto senza dubbio, gli umori della tradizione Lombarda, ma li ha filtrati col proprio singolare temperamento: innervando ad esempio, e non solo nell’ordine della cromia, l’idillo chiarista di Spilinbergo, di Del Bon, dello  stesso Lilloni.”

 

Video Mediterraneo

…”Si potrebbe definire il linguaggio di Grazia Campione, una sorta di intimismo condettato semplice e tenero per abbracciare gli animi di un vastissimo pubblico, una sommessa emozione autobiografica”

 

M. Morana

…”In grazia Campione , la fine osservazione dei volti e la sottile penetrazione dei caratteri, servono a consacrare il valore stabile e razionale della condizione esistenziale. Se il genio artistico può mancare di coscienza riflessa, noi spettatori percepiamo nella compostezza e raggiunta maturità  espressiva un puro e libero sentimento estetico”.

 

M. Candrilli

…”le premesse accademiche vengono automaticamente rivalutate e rielaborate in chiave moderna, dando vita a nuovi accordi tonali, fuori da ogni manierismo”.

 

T. Scialoja

…”La sua genuina ed espressiva sensibilità Artistica, pone le opere, scevre da scorie inquinanti, in una elevazione profonda di intima dolcezza”

 

M. Da Caravaggio

…”La sua Arte, struggente messaggio di distensivo rapporto umano, proietta la sua intensità emotiva, in una sorprendente intensa liricità”

 

G. Rossino

…”E’ un percorso pittorico lucido, il cui piacere della descrizione, si coniuga a una  densità stilistica caratterizzata  da una costruzione dalla linea semplice e nitida”.

 

Aldo Albani

“Sublime artista contemporanea , esprime la propria spiritualità attraverso la significazione intimistica dell’anima, laddove la poesia dell’immagine lambisce l’infinito: una sintesi estetica che tocca il cuore assetato di libertà”…

 

P. Bucarelli

“…la sua produzione, nata per intima necessità, è dettata da una visione ideale che coinvolge emotivamente lo spettatore, sia per la forte valenza comunicativa, sia per il suo indugiare compiaciuto e consapevole del tratto figurativo, sintesi della condizione umana…”

 

Luisa Montù

“…quei volti di donna dalle fattezze delicate e dalle espressioni intense, morbide, con lo sguardo che accarezza un sogno…le figure di bimba, che spesso tengono fra le braccia una bambola, immagine ricorrente di quella passione da collezionista che emerge nelle tele quale elemento catalizzatore fra arte e vita…..”

 

Peppino Candrilli

“…olii armonicamente strutturati, ricchi di contrappunti cromatici: pastelli e disegni: smalti su preziosi supporti: nel diversificarsi di tecniche tematiche, appare costante la ormai raggiunta padronanza del mezzo espressivo di questa eclettica pittrice…”

 

Guido Ballo

“…l’artista, nelle opere paesaggistiche, rielabora con forza ed immediatezza l’afflato romantico, la cui insistita sottolineatura ripone come principio, il recupero dei valori umani…”

 

G. Compagno

“…le figure, visioni venate spesso di tenero languore e frutto di tocchi morbidi e attenti, commuovono per il candore con cui manifestano l’istante rubato al fluire della vita…”

 

G. Romano

“…La semplicità del linguaggio pittorico serve all’artista per instaurare un immediato dialogo, per coinvolgere e quindi per farsi seguire in un discorso ben più complesso, carico di un’attuale problematica: l’estasi contro l’isterismo collettivo, la bellezza contro l’abbrutimento della società, la gioia di avere un corpo e un’anima contro la massificazione delle coscienze…”

 

G. Marano

“…è nell’estemporaneità dei tratti, che la Sua Arte diventa avanguardia, quando riproducendo ossessivamente purezza di forme, contrasta il degrado di una condizione umana sempre più incline alla mistificazione della verità.”

 

Don Gino Tirritto

“…nelle opere di grandi dimensioni, possiamo contemplare meglio, la poesia e la spiritualità che traspare dalle fattezze sfumate ed eteree delle figure; mi sembra di poter affermare che le sue opere, sono lo specchio del suo essere: veramente tra l’artista e l’opera esiste una mistica simbiosi.”

 

A. Caschetto

…”Ecco additateci l’essenza della forma : la suprema capacità di nobilitare i contenuti, trasferendoli nel mondo platonico delle idee. Le figure e i volti, diventano specchio di quella parte dell’animo che solo all’Artista è permesso cogliere…”

 

M. Volpi

…“è con tocco agile, ricerca sottile e sensibilità tonale, che l’Artista appunta ed ama ritrarre ad acquerello, i momenti spontanei della giornata infantile delle proprie figlie, nella cui ordinata compostezza, è sempre evidenziata una poetica dell’infanzia.”

 

R. Hughes

Nella rara produzione paesaggistica, l’Artista trae linfa dalla disposizione del colore come ai naturalisti Lombardi, sensibili a quelle modulazioni atmosferiche dei vari piani prospettici, in cui l’intreccio dei colori trasforma le emozioni in luce.

 

G. Di Raimondo

…”poesia, bellezza, amore, natura, illusioni del vivere rendono le opere dell’Artista un variegato manifestarsi dell’essere e del voler essere in una cornice gioiosa e pagata che dà speranza, in una ricerca dell’equilibrio e dell’armonia che sono motivi conduttori del suo itinerario artistico “

 

Lino Lazzari (L’Eco di Bergamo)

…”ma anche attenta alle .esperienze del passato e proiettata verso il futuro non con innovazioni ardite, ma con una sintetica ed intimistica pittura che non ha bisogno di superflui particolari , ma che è in costante evoluzione“